Botticelli

Il Rinascimento di ritorno a Firenze

 

Il Museo Jacquemart-André ospita la più ricca collezione di Rinascimento Fiorentino in Francia dopo il Louvre. Questa incredibile collezione, selezionata e costruita tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento, fu donata allo Stato con il vincolo di farne un museo pubblico accessibile a tutti dopo la morte di Nélie Jacquemart. La coppia parigina Jacquemart-André aveva aquistato centinaia di opere presso l’atelier dell’antiquario garibaldino Stefano Bardini.

Per la prima volta il nucleo principale di questa collezione torna a Firenze: dipinti di Mantegna, Botticelli, Paolo Uccello, Alesso Baldovinetti, sculture di Donatello e Giambologna, bronzetti, ceramiche e mobili saranno esposti a Villa Bardini, la dimora-atelier del mercante che per anni concluse affari con i due facoltosi collezionisti.

I visitatori possono ammirare la mostra fino al 31 dicembre e trovare le riproduzioni delle opere di questi incredibili artisti su MyCollectionArte.com.

Annunci

“Da Botticelli a Matisse, volti e figure”

Arriva al Palazzo della Gran Guardia di Verona la mostra dal titolo ‘Da Botticelli a Matisse. Volti e figure’, dal 2 febbraio al 1 aprile 2013. Si tratta della celebre mostra sul ritratto e la figura che Marco Goldin propone adesso nella splendida Basilica Palladiana di Vicenza e che ha richiamato, a soli due mesi dall’apertura, 125 mila persone. Dal 2 febbraio la mostra si trasferirà al Palazzo della Gran Guardia, quindi in una sola occasione potreste visitare ben tre interessanti forme artistiche. Al posto di alcune opere mancanti, verrà aggiunto un nucleo di capolavori molto celebri e importanti provenienti dal Muzeul National Brukenthal di Sibiu, istituzione rumena di questa antica e storica città della Transilvania che è stata nominata Capitale Europea della Cultura. Le opere del Quattrocento che il museo rumeno presta al comune di Verona sono quattro: tre capolavori dell’arte fiamminga di Hans Memling e di Jan Van Eyck e un raro Antonello da Messina. In questa mostra potremo ammirare i volti e le figure che da sempre affascinarono gli artisti del Quattrocento, con dipinti di Botticelli, del Beato Angelico, di Mantegna, del Bellini, del Bramantino, di Lippi, di Pontormo, di Cranach, si passa poi a Caravaggio, Rubens, Rembrandt, Velazquez, Goya, il Tiepolo, Van Dyck, El Greco, si arriva agli impressionisti, Monet, Manet, Gauguin, Cezanne, transitando per Van Gogh, e terminando infine a celebri pittori del XX secolo fra cui Picasso, Matisse, Munch, Modigliano, Bacon e Giacometti. E questo solo per citarne qualcuno…e non dimenticate che potete avere le riproduzioni di tutti questi artisti su tela canvas, poster fotografico, plexiglass o su carta da parati solo su MyCollection.it!

Sandro Botticelli: ultimi giorni a Bergamo Alta

Fino al 4 novembre 2012 si svolge la mostra ‘Sandro Botticelli Persona Sofistica’ a Bergamo Alta e,  sinceramente,  ne vale veramente la pena…

In esposizione ci sono alcune delle sue celebri tele come il ‘Cristo Benedicente’ e la ‘Madonna dolorosa’, entrambi dipinti del Cinquecento con oli e foglie d’oro creati su tavole pregiate. E vedrete anche il famoso Ritratto di Giuliano de Medici’.

Botticelli, come artista, considerava l’umanesimo e la religione come le due facce della stessa medaglia, rappresentata da una costante ricerca spirituale. Ecco perché l’intensità dell’espressione, l’acutezza e accuratezza del tratto utilizzato, i colori luminosi che sembrano quasi ricreare una realtà natura, esprimendo al contempo forti sentimenti e la luce ferma che incornicia le figure scattanti. Tutto questo ha fatto Botticelli uno degli artisti più apprezzati del suo tempo.

Se invece non riuscite ad andare, Vi invito a vedere la galleria a lui dedicata su MyCollection… le sue opere più belle, per sempre…